Cerca
Prodotti aggiunti nel carrello
Totale

MFW 2020: un duplice inizio

Photo credit: CNN.com

La tanto attesa Milano Fashion Week 2020 è alle porte. L’evento per molti rappresenta una dichiarazione di ripresa e un desiderio di rilanciare l’importanza delle varie attività proprie del settore, tra cui le sfilate Primavera-Estate 2021.
 
Quest’anno, una combinazione ibrida di show virtuali e fisici farà da protagonista alla nuova edizione glamour. Essa permetterà, inoltre, ad un pubblico più vasto di partecipare alla visione esclusiva di parte delle sfilate assieme agli ospiti più acclamati dell’universo Moda. Dal 22 al 28 Settembre, rispettando le norme sanitarie per la prevenzione dal contagio Covid-19, 86 eventi reali avranno luogo nel capoluogo lombardo. Tra di essi, Dolce & Gabbana, Etro, Max Mara, MSGM, Salvatore Ferragamo e Versace. La Maison Valentino per la prima volta abbandona Parigi e viene accolta in Italia, così come Fendi, che debutterà a Milano anziché a Roma. Tra i restanti eventi virtuali, Prada by Raf Simons, Missoni, Ermanno Scervino, DSquared2, GCDS e Moschino mostreranno al mondo le loro collezioni attraverso le piattaforme social e sul sito web della Camera della Moda italiana, così come Giorgio Armani in diretta TV sul canale La7.

Photo credits: (1) Esquire.com; (2) Armani.com

Oltre ai brand presenti, vi saranno altrettanto importanti assenti. Bottega Veneta, Gucci e Missoni hanno deciso di astenersi dal presenziare alla Settimana della Moda, rinunciando alla notevole conseguente spinta mediatica e alterando l’equilibrio delle tradizionali dinamiche del settore.

Photo credits: (1) 10Magazine.com; (2) Amica.com

Nonostante tutto, Carlo Capasa, presidente della CNMI, ha dichiarato di essere speranzoso nei confronti di questa nuova edizione, per la quale molte aziende di moda hanno dimostrato un grande coraggio e una sinergica voglia di ricominciare.
Back