Cerca
Prodotti aggiunti nel carrello
Totale

L'Alta Moda di Dolce & Gabbana: parte 2

Photo credits: Vogue

L’universo femminile è al centro della seconda parte del progetto firmato Dolce e Gabbana e dedicato alla tradizione sartoriale Made in Italy.

La suggestiva scalinata del giardino di Villa Bardini a Firenze ha ospitato la sfilata Alta Moda Autunno Inverno 2020, dove molteplici modelle hanno contribuito a creare una magica e antica atmosfera, grazie anche a meravigliosi intrecci di piante e ai colori suggestivi della dimora toscana.

L’evento commemora la Rinascita, non solo da un momento difficile per il mondo intero, ma anche della moda italiana, come accadde in passato grazie a Giovan Battista Giorgini. Il Rinascimento fa ancora da panorama ispiratore ai due stilisti, i quali racchiudono la loro visione estetica e la tradizione artigianale Italiana in una collezione semplicemente bella.

La primavera fa da protagonista, grazie alle svariate combinazioni floreali presenti sui capi e ai colori utilizzati, i quali variano da tonalità pastello ad intense sfumature agrumate. Rose, Dalie ed altri fiori sono ricamati a mano e applicati su volumi morbidi e raffinati come in un collage. Tridimensionalità e densità contraddistinguono i capi Alta Moda di Dolce e Gabbana. Un altro elemento fondamentale è il richiamo al territorio fiorentino, ricco di opere architettoniche da sempre ammirate e questa volta proiettate su abiti e cappe, per merito della maestria artistica di sarte e atelier. Materiali e tessuti pregiati, come seta, pizzo e pellami ricercati, sono impreziositi da pietre, cristalli e riflessi dorati o argentati. Dolce & Gabbana gioca con lunghezze e volumi, i quali si contrastano armonicamente: gonne ampie e si uniscono a corpetti audaci con dettagli in chiffon, tessuti austeri sono combinati a pattern piumati e a silhouettes ardite.

Photo credits: Vogue

A completare i look, scarpe basse e borse gioiello risaltano l’eleganza rinascimentale degli accostamenti e fanno risplendere tutte le donne di una nuova luce. Infine, cappelli enormi circondano queste figure eteree e monili ricercati ricordano gli elementi principali dell’universo italiano.

Photo credits: Vogue

Back